NIGHTGUIDE INTERVISTA ALIDA GOTTA

ALIDA GOTTA, ecclettica e talentuosa giovane chef finalista della passata edizione di MasterChef Italia, mette a frutto la sua esperienza nel famoso talent show culinario e riparte con due nuovi format innovativi e accattivanti.
 
Il primo dal titolo “Alida TeenChef”, sarà una serie che andrà in onda sul suo canale Youtube ogni mercoledì a partire dal 30 novembre. Qui la giovane chef accoglierà dietro ai fornelli giovanissimi ospiti aiutandoli a trasformare le loro difficoltà in cucina nel “piatto perfetto”. Ad alternare
le puntate con i giovani ospiti ci saranno dei tutorial dimostrativi, in cui Alida affronterà alcuni dei più noti piatti della tradizione italiana usando le sue particolari e personali rivisitazioni che l'hanno resa famosa a MasterChef.
 
Il secondo format si chiamerà “Sogno da Chef” e sarà invece una serie che andrà in onda su Sky ogni domenica, a partire dal 27 novembre su Life Channel (canale 810 di Sky). Qui Alida vestirà i panni della conduttrice di una sfida tra due giovani promesse non professioniste del panorama food, diverse per ogni puntata. Gli sfidanti si cimenteranno nella preparazione di una ricetta, utilizzando solo prodotti enogastronomici rigorosamente Made in Italy A giudicarli ci sarà una giuria qualificata, affiancata di volta in volta da un vip a sorpresa.

Noi l'abbiamo intervistata per voi per conoscerla meglio e sapere come la sua vita è cambiata dopo Masterchef.


NG. Sono davvero contento di conoscerti perché ti ho anche da poco rivisto nella replica dell'edizione passata di MasterChef andata in onda su Canale 8 e di sicuro sei stata uno dei personaggi simbolo di quell'edizione. Chi ti ha seguito conosce da quello che hai raccontato il tuo passato e il tuo percorso e non ci interessano domande scontate su cose tue personali. Noi siamo molto più interessati a sapere chi è Alida oggi e a che velocità sta andando questo treno che sembra non fermarsi mai.
AG. Alida è la persona di sempre, mi ritengo creativa, ambiziosa, ma anche timida e con molta voglia di imparare, devo dire che MasterChef mi ha aperto molte porte, ma nonostante il “successo” televisivo regalato da questo talent show, cerco in ogni mio evento di dare il massimo trasmettendo la mia passione originale.  

NG. La nostra testata giornalistica si occupa prevalentemente di musica, live e costume. Quindi adesso siamo molto curiosi di conoscere i tuoi gusti musicali.
AG. Io sono una grande appassionata di musica e di danza...ho studiato danza classica per quasi 13 anni per proseguire con hip-hop, break dance, moderna, tiptap...insomma le ho provate tutte!!
Sono molto eclettica, ascolto tutti i tipi di musica dal jazz al rap, dal punk (che adoro) alla classica.

NG. Dicci cos'è per te la musica in tre parole.
AG. La musica è un'amica intima, è la forza di volare con il pensiero, è un momento unico personale che ognuno vive in modo diverso ed unico.

NG. Cosa ci puoi dire di questi due nuovi progetti “Alida TeenChef” e “Sogni da chef”?
AG. Quando mi hanno chiesto di provare a condurre mi sono messa a ridere (non a piangere ;-) )...insomma dentro di me pensavo di non essere assolutamente capace, per TeenChef invece sono gasatissima, ho sempre voluto un mio canale Youtube e l'idea di condividerlo con altre persone che possono partecipare con me trovo sia bellissimo!!

NG. Sei rimasta in rapporto con qualche concorrente di MasterChef?
AG. Certo!! Alla fine anche io ho un cuore!! Potrei citare Erica con cui ho un bellissimo rapporto proseguire con Maradona che ogni tanto mi passa qualche ricetta libanese, Mattia, Lorenzo, Marzia, Laura, Giovanni, Gigi....

NG. E hai avuto modo di incontrare di nuovo i tuoi “giudici”?
AG. Si! Ho incontrato Joe al Salone del gusto a Torino, con lui ogni tanto mi sento

NG. A chi eri più legato dei 4 e perché? E cosa ti ha insegnato in una parola ognuno di loro?
AG. Beh non saprei la televisione forse crea rapporti che forse non sono poi così autentici, comunque posso dire che all'interno del programma Cracco è stato molto importante per me, dal punto di vista culinario mi ha insegnato e spiegato molto, mentre Joe mi è stato “vicino” emotivamente.

NG. Cosa ti aspetti ora dal futuro e cosa ti piacerebbe fare?
AG. Cerco di lasciarmi aperte tutte le possibilità, ma come dico sempre a me piace lavorare per un progetto, appassionarmi e appassionare, quindi è questo che cerco di fare in tutti i miei lavori.

NG. Per finire raccontaci 3 album (spazia pure in tutta la musica) che non potrebbero mai mancare nella tua collezione.
AG. Sicuramente tra i miei album preferiti ci sono:
Chelsea Bridge di Ben Webster
Stairway to heaven dei Led Zeppelin
Wannabe delle Spice Girl
E anche Animals dei Pink Floyd


Intervista a cura di Luigi Rizzo

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista gli amanolibera

30/11/2016 | leslie-fadlon

Nuove sonorità e atmosfere inedite caratterizzano “crescerai”, l'ultimo progetto degli amanolibera in uscita a dicembre. si tratterà di un album pieno ...

Interviste

Nightguide intervista tony momrelle

24/11/2016 | luigirizzo

Appena reduce dal successo di tre date tutte esaurite al fianco dei leggendari earth, wind & fire, tony momrelle pubblica l'edizione deluxe del suo ultimo album "keep pus...

Interviste

Nightguide intervista i soviet soviet

22/11/2016 | leslie-fadlon

A tre anni di distanza dal fortunato debutto “fate” e dopo aver macinato una quantità di chilometri imbarazzante, torna l'instancabile power-trio soviet soviet...

2445150 foto scattate

14668867 messaggi scambiati

512 utenti online

816 visitatori online