Nightguide intervista Baz

Nightguide intervista Baz


Baz arriva in teatro con La verità rende single, ed è stato a Taormina sabato 28 Dicembre per poi proseguire a Milano, Bologna e Firenze. Diventato celebre con i suoi personaggi Baz il lettore multimediale e il cantante Gianni Cyano, l'artista sardo si cimenta in un nuovo spettacolo dove abbandona i personaggi per essere semplicemente se stesso. Baz, all'anagrafe Marco Bazzoni, racconta le ipocrisie di un mondo ambiguo e artefatto con ironia: “Perché siamo falsi quando dobbiamo conquistare una donna? Perché sui social vogliamo apparire diversi da quello che siamo? Perché non sappiamo più distinguere tra realtà e finzione?”
Le date di Baz sono queste:
20 Gennaio, Milano, Teatro Elfo Puccini
4 Febbraio, Bologna, Teatro Dehon
6 Febbraio, Firenze, Teatro Puccini.





Questo spettacolo viene presentato come “Baz che si toglie la maschera e interpreta se stesso”. Essere un attore, o un comico, implica sempre portarsi addosso un personaggio in una cera misura: quanto coraggio ci è voluto per dire ok, salgo lì sopra come me stesso, non come qualcuno che ho creato io?
In realtà ho cominciato così, i personaggi sono venuti poco dopo.Col tempo mi sono reso conto che le parti dove interpretavo me stesso erano quelle dove mi divertivo di più e di conseguenza anche il pubblico, quindi ne "La verità rende sigle" ho deciso di portare questa soluzione in toto...


A parte il fatto che La verità rende single è un titolo clamorosamente bello, credi sia sempre vero? O solo nella maggior parte dei casi, quando forse non è il caso di dire proprio tutto?
Beh, prova a sbloccare il telefonino e a darlo in mano alla tua fidanzata/moglie, poi ne riparliamo.


Perché siamo falsi quando dobbiamo conquistare una donna? Perché sui social vogliamo apparire diversi da quello che siamo? Perché non sappiamo più distinguere tra realtà e finzione?”, ecco, ti giro le domande. Hai fatto tutto da solo, io ho semplicemente girato i punti interrogativi dall'altra parte.
Non ho la risposta a nessuno di questi quesiti, nello spettacolo ho solo un punto di vista molto personale su tutti questi argomenti... E spesso coincide con quello del pubblico.


Mi ricordo un dialogo fra due amici, uno che diceva che le donne mentono se si truccano, perché non fanno vedere come sono sul serio, e l'altra che gli rispondeva che se credeva davvero che le ragazze nascessero con le palpebre d'oro o rosa fuxia quello scemo era lui. Eppure, da un certo punto di vista, hanno ragione entrambi. E' anche questa una verità che potrebbe rendere single, secondo te? Uno di quei “perchè vogliamo apparire diversi da quello che siamo”?
Probabilmente vogliamo apparire diversi da quello che siamo solo per paura del giudizio della gente, la verità in questo caso ci renderebbe più liberi... e magari single.


Hai fatto Natale reggaeton insieme all'RDS Christmas band per aiutare Piantando a piantare alberi durante tutto l'anno prossimo: come è nata la collaborazione con questa start up, come vi siete conosciuti?
La canzone è nata proprio da una premessa comica (una canzone estiva a Natale per colpa del riscaldamento globale), poi una volta realizzata, lo station manager di RDS Alessandro Montefusco ha avuto l'idea di veicolare il messaggio ambientalista della canzone e ha individuato in "Piantando" l'associazione giusta.


Porterai La verità rende single a Taormina per Natale, ma hai già due sold out alle spalle e poi sarai a Firenze, Milano e Bologna: ci racconti qualcosa dello spettacolo, com'è trovarsi davanti a tutte quelle persone che hanno riempito il teatro per venire a vederti? E c'è qualche aneddoto che ti ricordo particolarmente bene e hai voglia di raccontarci?
Portare la gente a teatro di questi tempi è molto difficile e impegnativo e vedere la platea piena riempie il cuore di gioia e da la forza di andare avanti.
Aneddoti ce ne sarebbero tanti ma sicuramente il più divertente è quello di una signora incinta nelle prime file. Mancavano circa due settimane al parto ma lei rideva un po' troppo... un paio d'ore dopo lo spettacolo è nata la sua bimba in anticipo!


Questa è una domanda solitamente riservata ai musicisti, e tutti i musicisti la odiano. Tu non sei un musicista (che io sappia, poi magari suoni 12 strumenti e non l'hai detto a nessuno) ma non ti risparmio nemmeno in onore dello spirito natalizio: quali sono i tuoi tre album preferiti in assoluto o, visto che in effetti lo spirito natalizio mi sta contagiando, ti concedo anche solo di dirci quali sono le tue band, o artisti, preferiti. Quelli che non smetteresti mai di ascoltare?
Direi:
Mothership dei Led Zeppelin
I Greatest hits dei Queen
Le dimensioni del mio caos di Caparezza

baz, interviste, la verità rende single

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista ott...

23/02/2020 | valentina-ceccatelli

entanglement, il nuovo lavoro di ottodix, è in uscita il 27 marzo per discipline records, distribuito da master music: si basa sul concetto di entanglement quantistico...

Interviste

Nightguide intervista gli...

21/02/2020 | luigirizzo

Years è il primo singolo degli in june, la giovanissima band romana, ma dai forti riferimenti all'alternative rock europeo, esordisce con questo brano fuori il 24 gen...

Interviste

Nightguide intervista giu...

19/02/2020 | valentina-ceccatelli

giuseppina torre, compositrice e pianista, torna con life book: l'album, uscito per decca records/universal music italia, è composto da dieci brani che raccontano le s...

2445150 foto scattate

16482874 messaggi scambiati

611 utenti online

973 visitatori online